La prospettiva del tutto e la metà bastava. Welcome back Gazza

La follia dei tempi moderni sta nel non prendersi troppo sul serio. Se guadagni milioni, sei popolare e pure calciatore, te la devi tirare. Se non lo fai sei fuori dal comune. Gascoigne ha saputo essere straordinario nel suo modo disincantato di vivere la sua professione, di guardare tutto con gli occhi di un bambino, gli stessi di quando in un prato ha dato i primi calci d’infanzia ad un pallone. L’uomo le cui debolezze sorpresero pure il fragile George Best (“Una volta dissi che il QI di Gazza era inferiore al suo numero di maglia e lui mi chiese: “Che cos’è un QI?”) a Roma riuscì a sciogliere anche le maschere di cera di Dino Zoff e Zdenek Zeman. L’alcol, le botte, i soldi, il mondo da girare senza sosta come dentro un’ebbrezza perenne, toccare anche l’inflessibile Cina e riderci su: “In questi giorni ho mangiato di tutto – dicevi – Teste d’anatra, teste di pollo, zampe di gallina, pipistrelli e altre amenità. Secondo me, se continuo con questa dieta, finirò per volare”.
Ti mancavano solo le ali, Gazza. A volte spuntavano sulla tua schiena, inserite dentro ferite che t’imponevi ogni volta che cercavi di rovinarti la vita. Non volavi, perchè erano pesanti come macigni e ti bloccavano a terra. Non c’è nessuno che non ti abbia voluto bene, arrivando persino a perdonarti le botte a Sheryl che livida, ti ha ripreso con sè più volte fino a dire basta e dare la tua ordinaria follia in pasto a quotidiani e tabloid. Per la verità, non ha mai rivelato niente che potesse suonare nuovo. Perchè tu eri quello che potevi tutto ma sei riuscito a metà. Quella metà è bastata a riempire di affetto chiunque ti abbia conosciuto, a conservare i fotogrammi dei tuoi gol eccezionali, a ricordarti mentre combinavi scherzi a volte così crudeli che a nessuno sarebbero stati perdonati. Stasera però, tanti hanno pianto per te. Mancavi da vent’anni, mancherai per altri venti e sarai perdonato. Anche stavolta.

Annunci

3 pensieri su “La prospettiva del tutto e la metà bastava. Welcome back Gazza

Lascia un commento al post

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...